Vai al contenuto
Cosa sono e perché scegliere le chiavi a bussola

Cosa sono e perché scegliere le chiavi a bussola

Quando lavori in garage, ti dedichi al fai da te o semplicemente hai bisogno di serrare un bullone al meglio si manifesta un bisogno: usare le chiavi a bussola. Vale a dire uno dei presidi essenziali per chi deve avvitare o svitare un perno con la massima sicurezza.

Le chiavi a bussola, infatti, rappresentano uno dei presidi essenziali per chi vuole completare al meglio la propria cassetta o parete degli attrezzi.

Anzi, per dirla tutta questi utensili si vendono in kit completi, quindi puoi organizzare il tutto in mobiletti o scompartimenti del tuo bancone da lavoro. In ogni caso è un punto importante per la tua attività: devi acquistare un set di chiavi a bussola. Il motivo? Ecco qualche indicazione in più per investire nel modo giusto per l'acquisto dell'attrezzatura.

Cosa sono le chiavi a bussola, definizione

Le chiavi a bussola sono degli attrezzi a forma cilindrica e con profilo forato esagonale che consentono di avvitare o svitare bulloni, perni, dadi e viti con un profilo adeguato.

L'aspetto interessante delle chiavi a bussola: abbracciando completamente e dall'alto, come una vera e propria copertura su tutto il lato dell'elemento, è possibile esprimere un quantitativo di forza elevato senza temere di spanare o rovinare il metallo.

chiavi a bussola

Questo, ovviamente, a condizione che la misura della chiave a bussola che hai scelto sia quella giusta. E che il materiale di fabbricazione rispetti le norme e gli standard.

Quali sono i vantaggi di queste chiavi?

Il primo è già stato identificato: puoi applicare una forza unica, difficile da ripetere con altre chiavi. Soprattutto se usi attrezzi di buona qualità, magari in acciaio CrV con una buona capacità meccanica. Inoltre grazie alle chiavi a bussola presenti in kit ben forniti puoi operare praticamente ovunque e con ogni perno. Gli accessori rendono le boccole adatte per avvitare o svitare viti di ogni dimensione. E sempre con la giusta sicurezza.

Come si usano le chiavi a bussola

Ecco lo standard: si sceglie il profilo giusto, si infila la bussola sul dado o sulla testa del perno, si inserisce una chiave per eseguire il movimento e si avvita o svita in modo da eseguire l'operazione. Per rendere tutto più facile si possono usare i kit con chiave a cricchetto che permette di operare con semplicità anche per molto tempo.

Questo perché il meccanismo permette di non togliere mai la bussola dall'area di lavoro. Se c'è bisogno di lavorare in situazioni complesse esistono degli accessori, come ad esempio la prolunga o la boccola snodata che permette di arrivare ovunque.

prolunga

Per lavori particolari, dove c'è bisogno di un serraggio specifico, si possono scegliere chiavi dinamometriche che permettono di terminare la stretta nel momento giusto. In alternativa esistono prolunghe di forza, sempre con attacco quadrato, che sfruttano la leva più lunga per imprimere una forza ancora superiore.

Inserti per lavori specifici

Le boccole non servono solo a operare su dadi e bulloni: con specifici accessori puoi usare queste chiavi per avvitare o svitare qualsiasi meccanismo. Ad esempio ci sono elementi utili per operare su viti a taglio a croce o torx. Oppure per su perni esagonali.

chiavi a bussola

Per acquistare questi prodotti bisogna valutare con cura le esigenze. Ciò che fa la differenza è sempre la bontà del materiale di costruzione ma è sempre bene seguire un'unica marca di qualità e acquistare prodotti che fanno riferimento a un'unica linea.

Vuoi qualche consiglio in più? Puoi dare uno sguardo all'offerta di chiavi a bussola della Ineco. Nel frattempo abbiamo selezionato alcuni kit interessanti:

 

Articolo Precedente Come organizzare una parete attrezzata in garage
Articolo Successivo Qual è la differenza tra trapano SDS e uno a percussione?