Vai al contenuto
Qual è la differenza tra trapano SDS e uno a percussione?

Qual è la differenza tra trapano SDS e uno a percussione?

La differenza tra trapano a percussione e tassellatore? Quest’ultimo è più efficace per i lavori pesanti rispetto al primo: il martello SDS, infatti, offre una meccanica più affidabile ed efficiente per i lavori impegnativi. Risultato? Puoi ridurre i tempi necessari per effettuare fori su materiali non facili da trattare (un risultato non indifferente).

Ad esempio quando devi forare il calcestruzzo, pilastri di cemento armato o muri in pietra. In questi casi la scelta tra un trapano a battente e uno tassellatore può fare la differenza. Ma quali sono i dettagli tecnici che caratterizzano questi strumenti indispensabili per chi lavora nel settore edile e nelle costruzioni in muratura?

Differenza tecnica tra i due modelli di trapani

Per essere precisi e capire in profondità qual è la differenza tra trapano a percussione e tassellatore – noti rispettivamente come trapani a battente e Steck-Dreh-Sitzt, inserisci gira e lavora (SDS) – bisogna analizzare il meccanismo di questi strumenti usati spesso nei lavori in casa ma anche in ditte e aziende di manutenzione edile.

Trapano a percussione

Il movimento di questo strumento può passare dalla rotazione semplice a quella indotta dal movimento di due dischi scanalati che si incastrano e creano il classico rumore meccanico. Oltre a trasmettere il movimento alla punta che può lavorare più agilmente su superfici dure. Ad esempio quando devi fare un foro in un muro di pietra.

Trapano pneumatico SDS

In questo caso il meccanismo che permette al trapano di operare è diverso. Si tratta di una soluzione che consente di trasmettere il moto alla punta con un passaggio pneumatico. In sintesi, cosa significa?

Non c’è alcun contatto tra il meccanismo che genera la rotazione e l’elemento forante. Questa combinazione caratterizza profondamente il lavoro, anche perché i trapani SDS sono più pesanti e difficili da gestire.

Percussione o tassellatore: cosa scegliere?

Molto dipende da cosa ti serve. Di sicuro un trapano tassellatore è meno spendibile, non può essere usato in molte occasioni: è perfetto per i lavori pesanti su calcestruzzo, muratura, pietre e mattoni ma non va oltre quest’ambito. Il trapano a percussione, invece, può cambiare movimento e avere un ruolo in lavori meno gravosi.

tassellatore

Questo comporta una differenza dal punto di vista delle punte: il tassellatore ha un meccanismo di aggancio che prevede l’uso di strumenti per forare il calcestruzzo.

Puoi montare punte con attacco rapido (SDS-plus o SDS-max) per bucare il cemento armato, ma se vuoi usare questo tipo di trapano per altri lavori puoi sfruttare un adattatore con mandrino classico. Qui hai una sintesi delle caratteristiche.

Battente

Utile per chi non deve lavorare solo sulla muratura ma ha bisogno di uno strumento versatile. E con un mandrino capace di alloggiare le principali punte, non solo quelle per forare il cemento armato.

Tassellatore

Perfetto per i lavori di muratura su cemento armato e pietra. Molto più robusto, un po’ più costoso e ingombrante anche se oggi le aziende cercano di proporre strumenti ergonomici.

Vuoi maggiori informazioni su questo tema? Dai uno sguardo ai nostri tassellatori. Come, ad esempio, il martello tassellatore da 1500W per lavori impegnativi.

Articolo Precedente Cosa sono e perché scegliere le chiavi a bussola
Articolo Successivo Come usare il trapano come una fresa