Vai al contenuto
Spellare i cavi elettrici, ecco tecniche e strumenti

Spellare i cavi elettrici, ecco tecniche e strumenti

Spellare i cavi elettrici vuol dire togliere la guaina che copre i fili di rame e fare in modo che si possa unire il metallo per creare prolunghe o per aggiungere una spina. In sintesi, se vuoi lavorare con l'elettricità devi per forza sapere come sguainare i fili di gomma. Molti credono che basti un taglierino per sbucciare questa protezione in poco tempo.

Ma non è così, spellare i cavi elettrici è un'operazione semplice ma essenziale che determina la qualità del lavoro che andrai a eseguire. Ecco le tecniche ufficiali da seguire per ottenere un cavo separato dalla guaina di protezione.

Perché spellare i cavi elettrici?

Iniziamo a dare qualche spiegazione sul perché lavoriamo su questo fronte. Noi spelliamo i cavi dell'elettricità, di un elettrodomestico o di una lampadina, perché dobbiamo far uscire il rame del collegamento. Questo elemento metallico servirà a collegare il filo a un terminale, a un pulsante o a un altro cavo elettrico.

Senza la spellatura non abbiamo possibilità di collegare gli elementi necessari al passaggio di energia elettrica. Inoltre, spesso si spellano i fili per togliere sezioni rovinate e troppo contorte per essere unite in modo efficace.

Strumenti per spellare i fili di gomma

Esistono degli attrezzi specifici per questo lavoro? Certo, nella maggior parte dei casi i lavori di questo tipo si possono risolvere con strumenti noti come pinza spellafili: basta chiudere il cavi nelle tenaglie e tirare per avere un cavo pulito e privo di guaina.

pinza spellafili

Alternativa utile può essere la crimpatrice, ovvero la pinza per capicorda. Questo strumento permette di unire contatti elettrici con connettori di varie forme ma ha anche lame e condotti utili per sguainare diversi diametri di cavi elettrici. Ultima soluzione?

forbice

Puoi utilizzare una forbice da elettricista con occhiello per alloggiare il cavo. Poi tiri e spelli la gomma per far uscire il metallo che dovrà essere saldato o attorcigliato.

Come sbucciare i cavi elettrici

Per spellare i cavi elettrici con pinza spellacavi, crimpatrice e forbice da elettricista non c'è bisogno di grande tecnica. In tutti i casi il processo è abbastanza semplice perché stiamo parlando di strumenti pensati per fare questo. Con la spellacavi devi inserire il filo in modo da ottenere una quantità di metallo utile e premere la leva.

Forbice e crimpatrice hanno una tecnica diversa: una volta inserito il cavo nell'occhiello con lama devi girare in modo da tagliare l'intera sezione di plastica e tirare. C'è da dire che la pinza combinata per i connettori faston - la crimpatrice, ecco - è adatta per i cavi piccoli mentre la forbice lavora meglio con quelli con sezione ampia.

Il vantaggio della pinza spellafili è che ha una rotellina per regolare l'apertura della bocca: in questo modo puoi sbucciare cavi piccoli e grandi con la massima precisione.

La crimpatrice e la forbice da elettricista sono attrezzi limitati che in qualche occasione possono avere difficoltà. Ecco perché a volte si passa a soluzioni differenti.

  • Taglierino.
  • Tronchese.
  • Pinza.

Sia la pinza da elettricista che la tronchesina possono aiutarti a rimuovere la guaina e sbucciare il cavo ma rischi di troncare di netto l'intero filo. Se dobbiamo utilizzare un mezzo di fortuna meglio scegliere il taglierino che permette, con destrezza ed esperienza, di lavorare con precisione. Per i cavi protetti solo da uno strato di guaina puoi creare un solco circolare intorno al filo e poi tirare la parte che hai separato.

taglio guaina

Se devi prima togliere una sezione che include più cavi piccoli fai un'incisione perpendicolare e poi circolare. Un consiglio: in quest'ultima operazione regola la profondità del taglierino in modo da evitare l'incontro tra lama ed elementi interni.

Articolo Precedente 4 parametri da seguire per acquistare un martello demolitore
Articolo Successivo 5 attrezzi per ingrassare gli ingranaggi meccanici