Vai al contenuto
come tagliare il legno

Tagliare il legno con precisione: 5 attrezzi

Come tagliare il legno in modo da avere sempre sotto controllo il risultato? La verità è che non puoi accontentarti di una sega normale, hai bisogno di un attrezzo specifico.

Per questo lavoro, ad esempio, è indicato l'uso di elettroutensili specializzati nel taglio del materiale ligneo. Sia per quanto riguarda la struttura dell'attrezzo che per la qualità della lama che deve essere costruita in un certo modo, con una lama studiata per tagliare il legno. Quali sono i consigli da seguire? Ecco 5 attrezzi pensati per segare e restituire il miglior risultato possibile per i tuoi lavori in casa e in una buona officina.

Sega circolare

A volte serve esattamente questa: una sega circolare in grado di tagliare grandi piani di legno con la massima precisione possibile. Questo elettroutensile, se scelto con attenzione tra i modelli di qualità, consente di tranciare pezzi di legno anche di grande dimensione scegliendo angolatura e profondità. Proprio come fa la sega circolare 1400 W del catalogo Ineco, una garanzia per arricchire la tua piccola falegnameria.

sega circolare

Da acquistare e usare soprattutto per lavorazioni professionali. Da notare la presenza di tutte le coperture necessarie per operare in sicurezza e lasciare scoperta solo la porzione di lama che serve al taglio del legno con la massima attenzione al risultato.

Banco sega

Uno degli strumenti più potenti e precisi per tagliare il legno: il banco sega. Ovvero un piano con una feritoia dalla quale esce una lama circolare. Puoi inclinare e definire la profondità del taglio, hai una serie di bordi e spingipezzi per gestire la posizione e procedere concentrando lo sguardo sul lavoro senza rischi per le mani.

Così come per la sega circolare, anche in questi casi devi valutare con cura tutti i dispositivi (tipo le coperture per le lame) che ti consentono di procedere in sicurezza.

Seghetto alternativo

Una base di partenza utile per tagliare il legno con precisione. Nello specifico, il seghetto alternativo verticale - quindi con lama che sale e scende in perpendicolare a un piano - permette di sagomare dei piani di poco spessore seguendo linee rette e curve.

seghetto alternativo

In poche parole, è con il seghetto alternativo che puoi tagliare il legno con precisione anche quando devi sagomare delle forme particolari. Unico limite, come anticipato, è lo spessore del legno. Ma con un modello di qualità le possibilità sono infinite. Dai uno sguardo al nostro seghetto alternativo Total 220-240V~50/60Hz.

Sega a nastro

Altro grande strumento da taglio per il legno che prevede una struttura importante, anche abbastanza ingombrante, am che consente di tagliare con precisione il legno grazie a una sega che procede verticalmente all'interno di una struttura che consente di poggiare l'oggetto su un baco e procedere con tagli netti e definiti.

Esiste una soluzione differente, al segatrice a nastro angolare che si presenta come una struttura sodata, dotata sempre di un nastro dentato che si muove ad alta velocità e fa da sega ma permette di snodarsi in base alle necessità del taglio. 

Sega a gattuccio

Uno degli attrezzi per tagliare il legno più utilizzati. Con questo strumento, noto come sega a gattuccio o seghetto alternativo frontale, puoi lavorare su travi di spessore medio/piccolo, assi e piani anche abbastanza doppi. Chiaramente non è lo strumento per lavorazioni complesse, rappresenta sempre una soluzione adatta quando l'oggetto in questione si trova in una posizione che non permette l'uso di dispositivi da banco.

gattuccio

Però una buona sega a gattuccio, come quella che trovi sul catalogo Ineco a 750 W, permette di lavorare in giardino con una buona precisione. Da usare soprattutto per tagliare rami e piccoli tronchi, ma anche manici e bastoni da accorciare.

Articolo Precedente 5 martelli che devi avere in officina
Articolo Successivo Come svitare una vite senza rovinarla