Vai al contenuto
velocità trapano

Quale velocità scegliere per il trapano?

Esiste una domanda tipica per chi inizia a lavorare nel fai da te e ha bisogno di forare con precisione legno, metallo, vetro e plastica: a quale velocità deve andare un trapano?

Molto dipende dal materiale che si sta bucando. E questa ottimizzazione può essere decisiva per avere un buon risultato operativo. Fortunatamente gli strumenti moderni, come i trapani avvitatori di ultima generazione, consentono di regolare in modo preciso la velocità di esecuzione. Ma per avere un buon foro per i tuoi lavori in casa, di fai da te e bricolage, puoi basarti su una serie di regole decisive.

Tenendo ben presente un piccolo trucco di mestiere: se non hai bene presente come agire e quale sarà il risultato finale (anche perché non hai consapevolezza della reazione del materiale) conviene provare prima con un pezzo di scarto.

Poi devi seguire queste semplici regole per capire a quale velocità deve andare un trapano per forare i diversi materiali. Come ad esempio il metallo, l'acciaio inox, la pietra e la plastica. Da quale iniziamo? 

Velocità del trapano in base ai materiali

Vogliamo definire una linea base in relazione al materiale.  La regola universale è che la velocità può essere elevata con i materiali duri anche se conviene sempre iniziare lentamente per avere un occhio su come si iniziano le operazioni.

Ma non è questo l'unico parametro da valutare, devi considerare diversi aspetti. Iniziamo dal legno, in questi casi si segue una regola chiave: se lavori a una velocità bassa rischi fori poco precisi ma se esageri c'è la possibilità di lasciare bruciature. Anche nel caso del metallo puoi seguire questo punto.

Anche se con i materiali molto resistenti conviene sempre seguire le istruzioni che riguardano l'uso di un olio refrigerante: in questo modo è possibile procedere a velocità elevate, e ottenere fori precisi, senza lasciare danni al metallo e alla punta. Soprattutto se si usa una buona punta in acciaio HSS. 

Velocità del trapano in base alla dimensione

La velocità di esecuzione di un trapano dipende anche dalla larghezza del foro da effettuare. Il principio da tenere a mente è chiaro: più è ampio il diametro e minore è il numero di giri al minuto. In questo modo è più facile mantenere un buon livello rispetto alla precisione e all'esecuzione della foratura. Ma conosciamo i valori?

Tabella velocità per materiale e diametro

Il modo più semplice e immediato per capire come fare un foro nel legno, nel metallo e nel cemento valutando la velocità ideale: devi seguire dei valori. Ecco la tabella che abbiamo preso confrontando i dati del sito web architettodileo.it che valuta sia il diametro che il materiale per determinare la velocità di esecuzione del foro.

Materiale Diametro Velocità (giri al minuto)
Edile - 6 mm + 800
Edile + 6 mm - 800
Metallo - 6 mm + 1.000
Metallo + 6 mm - 1.000
Legno + 10 mm - 2.000
Legno - 10 mm + 2.000
Plastica Tutti Da 900 a 1.200
Vetro Tutti Da 800 a 1.200

 

Come regolare la velocità del trapano

Ora che sai qual è la velocità ideale per forare i diversi materiali la domanda è questa: come si regola la velocità? Su un trapano a mano puoi usare il pulsante stesso che premi per attivare la rotazione: più premi e maggiore è la velocità.

Quindi bisogna operare con la maggior delicatezza possibile soprattutto quando vuoi forare una piastrella o il vetro: in questi casi conviene iniziare con la minore velocità possibile per evitare danni.

Magari puoi segnare la zona del foro con il nastro isolante in modo da evitare che la punta scivoli quando operi su aree lucide. In questo modo, insieme a una velocità d'attacco particolarmente ridotta, non hai alcun problema.

Alcuni modelli hanno anche il blocco per mantenere il pulsante nella posizione quando devi effettuare forature lunghe. I trapani a percussione e i tassellatori a volte presentano delle manopole per regolare la velocità.

Articolo Precedente Come usare l'avvitatore elettrico?
Articolo Successivo Pialla elettrica, cos'è e come usarla