Vai al contenuto
incastri in legno

A cosa servono gli incastri in legno e come si fanno: ecco una guida base

Gli incastri in legno sono elementi fondamentali per organizzare strutture più o meno complesse. Parliamo di soluzioni in cui ci sono delle sagome in grado di unirsi in modo tale da creare delle costruzioni fisse o smontabili. E che possono sostituire o implementare altri metodi per unire due pezzi di legno. In modo sicuro.

Chi si occupa di falegnameria e fai da te sa che esistono mille soluzioni utili per gestire gli incastri in legno. Sai di cosa stiamo parlando? Ecco una serie di soluzioni utili per approfondire l'argomento. E magari acquistare gli elettroutensili giusti per realizzare degli incastri in legno per costruire, rinforzare, strutturare tutto quello che serve.

Cosa sono gli incastri in legno?

Con questo termine intendiamo delle combinazioni di spazi vuoti che entrano in contatto con sezioni sagomate in modo adeguato. Questo consente di fissare e bloccare due pezzi di legno senza l'ausilio di altri elementi come potrebbero essere chiodi o viti.

In realtà possiamo parlare di incastri con o senza ulteriori supporti di fissaggio come, ad esempio, la colla pensata per questo materiale. Alcuni incastri sono pensati per rendere la combinazione smontabile, altri invece rimangono fissi.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

Gli incastri in legno sono un metodo per creare strutture complesse e resistenti con diversi vantaggi. In primo luogo hai la possibilità di unire due pezzi di legno in modo sicuro e, se preferisci, smontabile. Inoltre puoi eliminare ogni supporto meccanico esterno e creare un'esperienza estetica realmente gradevole.

Calcola, inoltre, che giunture e incastri di legno possono essere affiancati anche da rivetti, chiodi, viti, bulloni e colla per il legno. In questo modo puoi aumentare la resistenza meccanica del lavoro svolto. E dare alle tue creazioni una marcia in più.

D'altro canto non sempre gli incastri in legno sono facili e convenienti da eseguire, inoltre per dare la giusta resistenza meccanica bisogna scegliere la soluzione giusta.

Da leggere: usare la pistola per la colla

Quante giunture posso scegliere?

Ci sono diverse soluzioni in termini di incastri e giunture di legno da scegliere. Uno dei più comuni è l'incastro a coda di rondine in cui c'è una sporgenza a forma di trapezio che si inserisce in una foratura della stessa forma. Il vantaggio di questa soluzione: puoi unire due piani con un metodo meccanico sicuro, capace di resistere a forti trazioni. Non si può dire lo stesso di altri due metodi per creare giunzioni e incastri noti come:

  • Spinatura tonda.
  • Spinatura piana.

Questi metodi hanno bisogno di contributi specifici per aumentare la resistenza, ad esempio grazie alla colla. Però hanno un vantaggio specifico: pur essendo meno resistenti alle trazioni si usano spesso quando si esige la necessità di poter smontare e rimontare la combinazione. Inoltre le spinature sono semplici da realizzare, soprattutto quella tonda perché esige solo una foratura cieca. Vuoi qualche attrezzo?

spinatura

Questo kit permette di creare un incastro a spinatura tonda con le mascherine per guidare la punta per forare e le varie spine. C'è anche la colla. Quello che manca è sicuramente il trapano, in questo caso possiamo consigliare i modelli Ineco:

per gli incastri a coda di rondine, invece, abbiamo bisogno di un po' di manualità in più dato che si possono creare con una normale sega a mano ma si rischia l'imprecisione.

Ecco perché di solito gli incastri a coda di rondine o a pettine (quindi con forme regolari, non a trapezio) si effettuano con banco fresa o modello verticale dotato di maschera per effettuare il taglio preciso. Qui trovi una guida rapida per approfondire.

Grande importanza bisogna dare non solo alla macchina ma anche alla punta fresa che si utilizza. A tal proposito offriamo una selezione di accessori da scegliere per dare alla lavorazione la giusta forma. A tal proposito puoi dare uno sguardo ai kit di punte per fresa commercializzate e distribuite da Ineco. Buna lavorazione del legno!

Articolo Precedente Come usare olio da taglio e foratura
Articolo Successivo Colla per legno, come usarla e sceglierla