Vai al contenuto
Quali sono le punte indispensabili per un trapano?

Quali sono le punte indispensabili per un trapano?

Sempre utile affrontare il tema delle punte indispensabili per un trapano. Perché è vero che il primo aspetto da affrontare è quello relativo alla qualità dello strumento: se vuoi forare bene hai bisogno di un trapano di qualità.

Come il nostro trapano a percussione da 850W. Ma è altrettanto giusto dotare ogni professionista dei lavori manuali  appassionato del fai da te di una serie di punte adeguate a ogni impresa. Qualche consiglio utile? Ecco le soluzioni che non possono e non devono mancare nella tua officina sempre più specializzata ed efficace.

Punte per legno, ferro e pietra

Il punto di partenza: dotare la tua officina, il tuo garage o la tua falegnameria (o comunque il tuo luogo degli attrezzi) di 3 kit fondamentali per il lavoro manuale: punte per il legno, il metallo e la pietra. Esistono anche soluzioni universali e vanno comunque bene per tanti lavori di piccola entità. Ma vuoi eseguire un foro a regola d'arte?

punte trapano

Hai bisogno di un attrezzo adeguato. Ecco perché devi assicurarti che al tuo fianco ci siano almeno tre set di punte dedicati a queste famiglie di materiali che impongono soluzioni diverse. Tanto che, ad esempio, per i lavori edili esistono anche trapani specifici come i trapani con movimento battente o addirittura i tassellatori.

Punte Forstner per fori ciechi

Andiamo subito ad analizzare un contesto specifico, quello delle punte Forstner. Vale a dire dei supporti per il tuo trapano che consentono di creare delle fresature circolari ben precise ma senza passare per forza dall'altra parte del piano.

Questi accessori per la lavorazione dei materiali hanno scopi molto precisi, ad esempio nel legno vengono utilizzati per creare gli incastri per i meccanismi per le ante.

Mecchie con lama per il legno

Sono delle punte particolari per ottenere dei buchi larghi ma solo nel legno. Queste soluzioni hanno un'area centrale particolarmente acuminata che fa da puntatore e stabilizzatore. Poi le ali laterali fanno da lama per sagomare il legno con un diametro ben preciso. Ogni falegname ha la sua serie di mecchie ben custodita in officina.

Frese a tazza (anche diamantata)

Le frese o punte a tazza sono componenti fondamentali in una buona officina perché in questo modo puoi eseguire fori particolarmente larghi su tutti i materiali. Il meccanismo è semplice: al centro di questa soluzione hai una normale punta per il trapano che fa da elemento centrante. Ai lati c'è un cilindro metallico con bordi che fungono da sega.

In questo modo il procedere della foratura centrale combacia con la sagomatura ampia quanto il diametro della tazza. Esistono modelli con dimensioni anche molto ampie e profili diamantati per lavorare su materiali duri come pietra o marmo.

Allargatori di fori a forma conica

Cosa fare quando hai un foro e vuoi un diametro superiore? Di certo non usi una punta normale per allargare il foro perché esistono delle soluzioni specifiche. Parliamo di punte a forma di cono con intagli laterali che permettono di togliere strati di materiale.

Questa combinazione ci permette di allargare buchi nel legno, nel metallo e nella plastica con la precisione necessaria per ottenere risultati degni di un professionista. Esistono anche dei modelli che permettono di allargare il foro attraverso uno svasatore.

Altre punte trapano speciali

Ci sono punte con funzioni particolari. Ad esempio puoi avere in officina delle soluzioni per forare il vetro, le ceramiche e i materiali fragili. Oppure hai la necessità di forare il calcestruzzo: in questi casi hai bisogno di punte con forme e caratteristiche particolari. Anche più resistenti e affidabili del solito.

Tutto questo senza dimenticare le punte per fare lavorazioni quadrate, le autocentranti per creare fori adatti alle cerniere e quelle con il blocco in grado di fermarsi a un certo punto per evitare di bucare completamente il piano. Creando allo stesso tempo lo spazio per una vite conica. Insomma, ci sono tante soluzioni che ti aspettano.

 

Articolo Precedente 6 accessori per migliorare il tuo lavoro in officina
Articolo Successivo Come scegliere una smerigliatrice angolare